1

1

giovedì 20 marzo 2014

Monster & Co cake

Era da un pò che non toccavo la pasta di zucchero, ma quando uno dei tuoi figli ti chiede il suo personaggio, anzi tanti personaggi, sulla sua torta di compleanno non puoi fare a meno di prepararli, per ritrovare ancora una volta quella gioia nei suoi occhi quando vede la torta per il suo compleanno.

La base era una hotmilk sponge cake con bagna aromatizzata al rum e farcita con crema al cioccolato fondente senza uova e camy cream, crema al burro lavorata con beccuccio per poter avere l'effetto peli.


6 come i suoi anni

il mostro peloso
di questo mostro doveva esserci tutto il corpo ma nel momento dell'assemblaggio della torta ci ha lasciati hahahahaha






Zeppole di S.Giuseppe fritte!!!

Fare le zeppole quest'anno è stato impegnativo perché ho preparato sia quelle fritte che quelle al forno, vi posto la ricetta e il procedimento anche di quelle fritte che vengono preparate diversamente.


Per la pasta bignè

250 g di farina 00
250 ml di acqua
35 g di strutto
6/7 uova
 (dipende dall'assorbimento della farina e dalla grandezza delle uova, potrebbe servirne uno in più o in meno)
5 g di sale
la buccia di mezzo limone grattugiata

Per la crema pasticcera

400 g di latte intero + 100 g di panna fresca liquida

150 g di tuorli d’uovo
150 g di zucchero semolato
18 g di amido di mais
18 g di amido di riso
la buccia di un limone
mezza bacca di vaniglia bourbon

Amarene sciroppate fabbri
Zucchero a velo

Procedimento

Ho utilizzato il bimby per questa lavorazione perché fa tutto da solo e si può impiegare il tempo a fare altro. Mettere nel bicchiere 250 ml d’acqua con lo strutto ed il sale. 5 minuti a 100°C vel. 1....Per chi utilizza il fornello può portare a bollore, quando il burro è completamente sciolto versare la farina setacciata tutta in un colpo (con il bimby cuocere ancora 6 minuti a 90°C a vel. 3). Altrimenti girare velocemente con un cucchiaio di legno fino a formare una palla soda e compatta, lasciar evaporare l’acqua. Dopo 6-7 minuti si ottiene questo risultato.

L'immagine è quella dell'impasto al forno, nella fretta ho dimenticato di fotografarlo ma più o meno il risultato è questo

Trasferire l’impasto nella ciotola della planetaria e con il gancio a “foglia”, far girare a velocità media per raffreddare l'impasto. Quando è tiepido aggiungere le uova una alla volta (leggermente battute prima). IMPORTANTE aggiungere il successivo quando il precedente è completamente assorbito. Aggiungere anche gli aromi. Bisogna ottenere un impasto lucido e liscio. Preriscaldare il forno a 200°, la dimensione della zeppola è data dalla bocchetta a stella che utilizzerete. Formate delle spirali partendo dal centro su una teglia unta leggermente. Cuocere finché non si staccano da sole dalla teglia. Prenderne una alla volta o quante ne entrano nella pentola dove avrete messo a scaldare l'olio di arachidi a 160°, caldo ma non bollente, cuocetele finché non si gonfiano bene per poi passarle in una pentola con la fiamma più alta fino a doratura. Il passaggio in forno è fondamentale se non volete delle zeppole impregnate di olio.

Molto importante l’impasto non deve essere né troppo duro e nemmeno troppo molle, una volta preparato l'impasto deve essere subito cotto, non si può conservare

Preparare la crema pasticcera 

Mettere in infusione la bacca nel latte e panna la sera prima, se ci riuscite altrimenti, mettete sul fuoco. Nella planetaria montate i tuorli con lo zucchero, quando risulterà bello gonfio aggiungete a mano, senza smontare il composto, i due amidi, fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. Poco prima del bollore versare l'impasto sul latte, senza mescolare alzate la fiamma. Questo procedimento è quello di Luca Montersino che ci permette di non stare a girare continuamente la crema. Quando il latte comincerà a bollire ai lati del pentolino e in mezzo, prendete una frusta e girate per un minuto. La crema è pronta da versare in una teglia "sanitizzata" con le bucce di limone e coperta da pellicola. Raffreddare il più velocemente possibile. Appena pronte le zeppole fare un ricciolo di crema su ognuna e adagiarvi sopra una o più amarene.


Per chi volesse farle al forno la ricetta è diversa, come anche il procedimento lo troverete qui più tardi


Zeppole di S.Giuseppe al forno!!!

Ho trovato tante ricette per questi dolci meravigliosi e ho deciso di postarvi quella che ho utilizzato io, sono buonissime, a casa mia hanno apprezzato tantissimo anche queste che non sono fritte.
Vi spiego il procedimento e gli ingredienti.



Per la pasta choux

250 g di farina 00
250 ml di acqua
125 g di burro
6 uova
(dipende dall'assorbimento della farina e dalla grandezza delle uova, potrebbe servirne uno in piu' o in meno
3 g di sale
la buccia di mezzo limone grattugiata

Per la crema pasticcera

400 g di latte intero + 100 g di panna fresca liquida

150 g di tuorli d’uovo
150 g di zucchero semolato
18 g di amido di mais
18 g di amido di riso
la buccia di un limone
mezza bacca di vaniglia bourbon

Amarene sciroppate fabbri
Zucchero a velo

Procedimento

Ho utilizzato il bimby per questa lavorazione perché fa tutto da solo e si può impiegare il tempo a fare altro. Mettere nel bicchiere 250 ml d’acqua con il burro a pezzetti ed il sale. 5 minuti a 100°C vel. 1....Per chi utilizza il fornello può portare a bollore, quando il burro è completamente sciolto versare la farina setacciata tutta in un colpo (con il bimby cuocere ancora 6 minuti a 90°C a vel. 3). Altrimenti girare velocemente con un cucchiaio di legno fino a formare una palla soda e compatta, lasciar evaporare l’acqua. Dopo 6-7 minuti si ottiene questo risultato.


 Trasferire l’impasto nella ciotola della planetaria e con il gancio a “foglia”, far girare a velocità media per raffreddare l'impasto. Quando è tiepido aggiungere le uova una alla volta (leggermente battute prima). IMPORTANTE aggiungere il successivo quando il precedente è completamente assorbito. Aggiungere anche gli aromi. Bisogna ottenere un impasto lucido e liscio. Preriscaldare il forno a 220°, la dimensione della zeppola è data dalla bocchetta a stella che utilizzerete. Formate dlle spirali partendo dal centro su una teglia unta leggermente o con carta da forno. Cuocere per circa 10 minuti e poi altri 25-30 minuti (a me ne sono serviti 20, dipende dal forno) a 180°. Raffreddare su una gratella, si possono fare dei fori sul fondo delle zeppole per eliminare l'umidità.

Molto importante l’impasto non deve essere né troppo duro e nemmeno troppo molle, una volta preparato l'impasto deve essere subito cotto, non si può conservare

Preparare la crema pasticcera 

Mettere in infusione la bacca nel latte e panna la sera prima, se ci riuscite altrimenti, mettete sul fuoco. Nella planetaria montate i tuorli con lo zucchero, quando risulterà bello gonfio aggiungete a mano, senza smontare il composto, i due amidi, fino ad amalgamare tutti gli ingredienti. Poco prima del bollore versare l'impasto sul latte, senza mescolare alzate la fiamma. Questo procedimento è quello di Luca Montersino che ci permette di non stare a girare continuamente la crema. Quando il latte comincerà a bollire ai lati del pentolino e in mezzo, prendete una frusta e girate per un minuto. La crema è pronta da versare in una teglia "sanitizzata" con le bucce di limone e coperta da pellicola. Raffreddare il più velocemente possibile. Appena pronte le zeppole fare un ricciolo di crema su ognuna e adagiarvi sopra una o più amarene.

Sono buonissime :-P

Per chi volesse farle fritte la ricetta è diversa, come anche il procedimento lo troverete qui