1

1

lunedì 25 luglio 2011

La laurea di Antonia

 Questa torta l'ho solo decorata, perchè è stata la mamma della dottoressa che ha preparato la base. E' stato divertente visto che la maggior parte delle torte che preparo le decoro di notte quando tutti dormono, invece questa è stata decorata di pomeriggio e in sole tre ore e, soprattutto, direttamente a casa della neo dottoressa. Vi piace???
 
 

 Mi devo far dare la ricetta visto che è un'esplosione di cioccolata....^_^



Ah dimenticavo..... Tantissimi auguri Dottoressa Antonia

lunedì 18 luglio 2011

...per il mio futuro astronauta Alessio


La torta di compleanno per mio figlio Alessio. La sua richiesta è stata pan di spagna al cioccolato con crema al cioccolato e crema al latte




domenica 17 luglio 2011

Crostatine di fragoline di bosco

Non amo particolarmente i dolci alla frutta, ma quando si parla di fragoline di bosco mi si illuminano gli occhi. Fra le tante ricette di pasta frolla sul web e fra quelle della nonna ne ho scelta una, che uso ormai da un po’, perfetta per le mie crostatine di fragoline. 



Ingredienti


Per la pasta frolla buona e morbida
  • 400 gr di farina
  • 200 gr di burro
  • 200 gr di zucchero a velo
  • 1 uovo + 1 tuorlo
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 bustina di pane angeli


Per la crema pasticcera
  • 400 gr di latte
  • 100 gr di panna liquida
  • 150 gr di zucchero semolato
  • 5 tuorli d’uovo
  • 48 gr di amido di riso
  • 1/2 bacca di vaniglia o la scorza di mezzo limone
  • fragoline di bosco
  • gelatina spray
  • cioccolato fondente 90% di cacao 



Procedimento bimby: mettete la farina, un pizzico di sale ed il burro appena tolto dal frigo, quindi ancora freddo.  Frullate il tutto fino ad ottenere un composto dall'aspetto sabbioso e farinoso. Aggiungete lo zucchero al composto ottenuto e versa l'essenza di vaniglia, il pane angeli e i tuorli. Amalgamate velocemente il tutto fino ad ottenere un impasto compatto ed abbastanza elastico. Togliere dal mixer e continuare ad impastare su di un piano giusto il tempo di ottenere una palla e si puo’ usare subito. Spruzzare spray staccante nelle formine  e ricoprire con pasta frolla, al centro fare dei buchi e coprire con un cerchio di carta da forno per evitare che si secchi troppo. Infornare a 180° finchè non sono belle dorate, sfornare e lasciarle raffreddare.


^^ Un piccolo consiglio 
Se la vostra frolla durante la lavorazione si sbriciola, niente paura, basterà aggiungere all'impasto un pò d'acqua fredda o mezzo albume per recuperarla e renderla più elastica.
Al posti dell'essenza o i semi di vaniglia usate una bustina di vanillina.


^^ Una curiosità 
In molte delle ricette, sia su siti che su libri di cucina, c'è scritto che la pasta frolla va preparata con il burro tenuto a temperatura ambiente. La miglior pasta frolla si ottiene utilizzando il burro freddo appena tolto dal frigo.

Preparare la crema pasticcera e fatela raffreddare, nel frattempo sciogliere un po’ di cioccolato fondente a bagnomaria. Ricoprire ogni formina con un sottile strato di cioccolato fuso e porre sopra uno strato di crema. Con un po’ di pazienza adagiare le fragoline + belle e spruzzare sopra uno strato di gelatina per evitare che si deteriorino troppo in fretta. Un paio d’ore in frigo e sono buonissime da gustare con gli occhi e con la bocca…

Ricetta Tiramisù (senza uova crude)

Non avevo mai assaggiato il tiramisù perché l’idea di mangiare uova crude non mi allettava, eppure sono una golosona, anche il caffè non era tra le cose che gradivo di più, così ho cercato un po’ in giro e ho adattato e sviluppato la mia ricetta per un tiramisu’ supergoloso.

Gli ingredienti sono:
  • 1 confezione di savoiardi da 400 gr
  • 250 gr di mascarpone di ottima qualità
  • 250 gr di panna
  • 5 tuorli
  • 150 gr zucchero
  • 50 gr amido di mais
  • ½ lt latte
  • 1 pizzico di sale
  • 1 bustina vanillina
  • caffè decaffeinato con l’aggiunta di un po’ di latte
  • q.b cacao amaro 


Dopo aver preparato la crema pasticcera con le uova, amido, zucchero, pizzico di sale, la vanillina (io uso il bimby, quindi tutto dentro a cuocere per 7 minuti a 100° vel. 4). Preparate tre moka da 5 tazze con caffè decaffeinato e fatelo raffreddare, aggiungete del latte. Raffreddata la crema unire i 250 gr di mascarpone e i 250 gr di panna montata ben soda. Amalgamare il tutto molto lentamente. Prepare tutti gli ingredienti su un piano di lavoro ed iniziare ad inzuppare i savoiardi nel caffelatte freddo, disporli in una pirofila, quando abbiamo finito il primo strato lo ricopriamo della crema che abbiamo ottenuto amalgamando mascarpone panna e crema pasticcera, spolveriamo di cacao amaro leggermente poi ricominciamo con un altro strato di savoiardi inzuppati nel caffè possibilmente non nello stesso verso di prima. Quando abbiamo finito ricopriamo con un abbondante strato di crema e alla fine una bella spolverata di cacao. In frigo per almeno tre ore prima di servire e “bon apetit”….

Crema Pasticcera

Si trovano centinaia di varianti per la ricetta base della crema pasticcera è bisogna provarne tante finché non troverete la vostra preferita. Un consiglio è quello di evitare la farina: non solo perchè così possiamo offrire la crema anche agli amici celiaci ma perchè la farina contiene degli enzimi che la smontano. Invece della farina possiamo scegliere di usare l’amido di mais, per una crema molto più soda, l’amido di riso, che la rende molto liscia  e cremosa, o, perchè no, un mix di entrambi (oppure la fecola di patate).
Inoltre, la ricetta tradizionale non prevede la panna, ma volendo la si può aggiungere. Scegliete voi se la volete più leggera o più saporita, l’importante è che il totale dei liquidi resti invariato (Es. 250 ml latte + 250 ml panna o 500 ml latte.)



Ingredienti


  • 250 gr di latte
  • 250 gr di panna liquida
  • 190 gr di zucchero semolato
  • 5 tuorli d’uovo
  • 25 gr di amido di riso
  • 25 gr di fecola di patate
  • 1 bustina vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 1/2 bacca di vaniglia o la scorza di mezzo limone

Procedimento

Uso il bimby da qualche anno quindi prendo tutti gli ingredienti e li metto nel boccale a 100° per 7 minuti a vel. 5.
Con il metodo tradizionale: in un pentolino portiamo a ebollizione il latte insieme alla panna e alla bacca di vaniglia (prendiamo i semini incidendo in modo longitudinale e li mettiamo nella pentola insieme al baccello che toglieremo poi.)
Nel frattempo in una terrina amalgamiamo bene – senza montare però -  i tuorli con lo zucchero e aggiungiamo l’amido setacciato e la fecola.
Appena prima che il latte raggiunga il bollore, togliamo la pentola dal fuoco e ci versiamo il nostro composto di tuorli e zucchero. Rimettiamo sul fuoco, a fiamma bassissima e mescoliamo bene senza mai fermarci finché non si addensa. Questo passaggio è delicato perchè si può bruciare.
Quando la crema si è addensata togliamo dal fuoco e mettiamo a raffreddare. Togliamo il baccello di vaniglia, copriamo con pellicola trasparente a contatto e mettiamo in frigo non appena possibile.
In frigo la crema si addenserà molto: per farla diventare liscia e cremosa quando la tirerete fuori dal frigo passatela con il mixer a immersione oppure frustarla energicamente…